Skip navigation

STORIE DE ‘NA ‘OLTA

(I pitochi 2)

ideazione di Giovanna Gianesin

con

Jana Balkan, Isabella Caserta

e con Andrea Bendazzoli, Stefano Soprana

musiche e canzoni dal vivo della tradizione popolare veneta Gruppo Joglar

regia di Jana Balkan

 

Lo spettacolo, liberamente tratto da racconti e ricordi, alterna momenti poetici a musiche e canzoni dal “vivo”.

Storie e racconti del passato s’intrecciano in lingua dialettale al vissuto quotidiano offrendo uno spaccato della vita e della campagna veronese degli ultimi settanta/ottant’anni.

E’ un viaggio dentro le proprie radici, in un mondo che in grande parte è scomparso o sta per scomparire, un ripensamento di quei valori dei nostri vecchi che il ritmo frenetico della nostra vita ci fa dimenticare, un modo per tramandare alle giovani generazioni un’epopea fatta di cose semplici e vere.

La memoria si fa spettacolo, la tradizione orale si traduce in segno della scena che compone ricordi, echi di un mondo rurale che rappresenta le nostre radici. Sono le voci delle campagne venete di un tempo a raccontarsi: aneddoti, poesie, piccole storie, canzoni.

La musica eseguita dal vivo accompagna l’interpretazione, mentre gli attori testimoniano speranze e fatiche, aspirazioni e miserie di un tempo che sembra non appartenerci più ma di cui è intessuta la trama del nostro presente. Un tenero quadro di genere, non per mero gusto folkloristico, ma quale fonte di rinnovate emozioni tra nostalgia e tensione verso il futuro, linfa per guardare noi stessi e gli altri senza dimenticare come eravamo.

Indietro                                                                                         Rassegna Stampa