Skip navigation

ARCHIVIO TEATRO SCIENTIFICO – TEATRO LABORATORIO

Indirizzo:
Teatro Scientifico, via Tommaso da Vico 9, 37123 Verona
Teatro Laboratorio (ex arsenale asburgico), piazza Arsenale, Verona

Tel. 045 8031321
E-mail: info@teatroscientifico.com – direzioneteatroscientifico@gmail.com
Sito web: www.teatroscientifico.com
Accesso: previo appuntamento
Proprietari e responsabili: Famiglia Caserta
Referenti: Giovanna Gianesin, Isabella Caserta, Luca Caserta
Pagina Facebook: Archivio Teatro Scientifico/Teatro Laboratorio

LUOGO DI CONSERVAZIONE
L’archivio del Teatro Scientifico – Teatro Laboratorio è conservato in Verona, Via Tommaso da Vico 9 (nello storico quartiere di San Zeno nel cuore di Verona, dietro l’abbazia romanica di S. Zeno) e al Teatro Laboratorio di Verona.

NOTA STORICA
L’archivio del Teatro Scientifico – Teatro Laboratorio è il risultato di un’attività artistica/teatrale e di studio che è nata a Verona e da Verona si è mossa e si muove verso il mondo; conserva e promuove i materiali di spettacoli di più di cinquant’anni di attività di due generazioni di attori, drammaturghi e registi. Il materiale archiviato comincia a partire dagli anni 60 prima della fondazione del Teatro Laboratorio.
Il Teatro Scientifico/Teatro Laboratorio ha festeggiato nel 2018 cinquanta anni di produzioni, rassegne di teatro, musica, cinema d’essai, laboratori di formazione. Ha da sempre avuto un’attenzione particolare anche per il teatro sociale e civile. Ha una sezione di studio e ricerca antropologica sulla Commedia dell’Arte.
Il Teatro/Laboratorio nasce nel 1967 (ufficializzato nel 1968) a Verona per volontà di Ezio Maria Caserta e di Jana Balkan. La sua prima sede (e fino al 1975) è uno spazio alternativo, dove il gruppo affianca all’attività di produzione quella di ospitalità. Lì arrivano le prime compagnie d’avanguardia teatrale italiane e straniere.
Nel 1975 la compagnia si trasferisce nella sede di piazzetta Fontanelle Santo Stefano, che diventa uno dei primi centri policulturali veneti e punto di riferimento della cultura “nuova” per la città di Verona: vi recitano tra gli altri Salvatores, Benigni, Paolo Poli, Elio De Capitani, Odin Theatre, Living Theatre, Grotowski, Carmelo Bene, Pippo Delbono, etc. e si organizzano in collaborazione con Club Tenco numerosi concerti: Gianna Nannini, Paolo Conte (che qui tiene il primo concerto della sua carriera), Francesco Guccini, Leo Ferrè, Gino Paoli, etc. Vi si tengono inoltre rassegne cinematografiche d’essai e attività di formazione.
Nel frattempo la compagnia veronese ha cominciato ad affermarsi a livello nazionale (nel 1975 Luca Ronconi la invita alla Biennale di Venezia, nel 1980 e nel 2007 Maurizio Scaparro) e internazionale (numerose tournées all’estero: Parigi, Berlino, Praga, Mosca, Atene, Marsiglia, Valencia, Berna, Copenaghen, Città del Messico, NewYork, Montevideo, Vienna, etc.), vincendo numerosi premi.
Nel 1985 il Gruppo Teatro/Laboratorio si evolve nella cooperativa del Teatro Scientifico (il primo nome resterà alla sede teatrale), che prosegue l’attività di produzione di spettacoli teatrali, di formazione e organizza rassegne e festival.
Il Teatro Scientifico – Teatro Laboratorio, la cui direzione artistica è di Isabella Caserta, è una struttura stabile di produzione con una compagnia professionale riconosciuta dal MIBACT. Orienta il proprio lavoro verso la drammaturgia contemporanea, reinterpreta testi classici, realizza progetti artistici e di formazione, organizza rassegne ed eventi ed il Festival “Non c’è differenza”. All’attività del Teatro Scientifico/Teatro Laboratorio sono state dedicate quattro tesi di laurea.
Ha collaborato fra gli altri con Carmelo Bene, Dario Fo, Grotowski, Giorgio Albertazzi, Living Theatre, Club Tenco, Paola Borboni, Raf Vallone, Mariano Rigillo, Centro Studi sul Teatro Medioevale e Rinascimentale di Roma, Franco Battiato, Babilonia Teatri, Vittorino Andreoli, Lindsay Kemp, Pierpaolo Sepe, Elisabetta Pozzi…
Nel 2005 viene inaugurata la Sezione Cinema che nel 2011 si evolve in Nuove Officine Cinematografiche (direzione Luca Caserta) per la produzione di opere cinematografiche e audiovisive (con i suoi lavori è stata presente al Festival di Cannes e a molti festival internazionali riportando numerosi riconoscimenti: www.noc-cinema.com).
Dal gennaio 2011 la nuova sede del Teatro Laboratorio si trova nell’ex arsenale asburgico dietro Castelvecchio.
Per il Festival “Non c’è differenza” (nel 2014 la 1a edizione) il Teatro Scientifico – Teatro Laboratorio ha vinto il Premio Adriano Olivetti 1° classificato nella sezione Teatro e Cinema con la seguente motivazione «Per l’avvicinamento al mondo della disabilità e la diffusione della cultura del reciproco rispetto attraverso la veicolazione dell’idea che la differenza può essere un arricchimento» (22 marzo 2019 – Milano, Auditorium Palazzo della Regione della Lombardia).

PATRIMONIO
Il complesso archivistico conta una biblioteca teatrale, locandine e manifesti storici, depliant e programmi di sala, copioni, bozzetti e note di regia manoscritte, testi inediti, appunti autografi, materiale stampa, recensioni, foto, video, nastri musicali di spettacoli (tra cui i nastri originali della musica composta da Giorgio Gaslini per “Diorama”, opera lirica sperimentale di E.M. Caserta – 1978), maschere originali da tutto il mondo (tra cui quelle dei Sartori, esposte anche in musei internazionali come il Museo di Montevideo e quello di Cracovia), burattini, pupazzi, costumi, scenografie e attrezzerie di scena, tesi di laurea, un archivio stampa con articoli usciti sull’attività del Teatro Scientifico – Teatro Laboratorio e delle compagnie ospitate.

STRUMENTI DI CONSULTAZIONE
Previo appuntamento l’archivio può essere consultato dal vivo.

ALTRE INFORMAZIONI
Alcuni elementi dell’archivio si possono vedere durante gli spettacoli in quanto oggetti di scena, costumi, maschere, scenografie vengono occasionalmente ancora utilizzati durante gli spettacoli. La particolarità del nostro archivio sta anche nel fatto di essere in parte un archivio vivente.
Il Teatro Scientifico – Teatro Laboratorio promuove laboratori didattici per studenti italiani e stranieri avvalendosi di materiale d’archivio nei percorsi di formazione.

BIBLIOGRAFIA

Testi editi

  • Ezio Maria Caserta Il Pappo Tregnago VR, 1963
  • Ezio Maria Caserta La Fame raggirata dall’immaginazione in “ Traguardo artistico”, anno VIII n. 3, ed. Diana, Sanremo, 1966
  • Ezio Maria Caserta Giorno verrà ed. Gruppo N. Verona, 1967
  • Ezio Maria Caserta Il Serraglio ed. “La prora”, a. IX, n. 1, Roma, 1968
  • Ezio Maria Caserta Addio bei giorni felici ed. Cenobio, Lugano, 1968
  • Ezio Maria Caserta Il serraglio in “Cenobio” anno XVIII, Lugano, 1969
  • Nino Luigi Caserta Anima malinconica, ed. Sella, Verona, 1970
  • Ezio Maria Caserta Gli Allucinogeni in “Cenobio” anno XIX, Lugano, 1970
  • Ezio Maria Caserta Mein Kampf (La coscienza dell’occidente) ed. XIV Premio Teatrale ‘Ruggero Ruggeri’ della città di Fano, Fano, 1971
  • Ezio Maria Caserta Adamov ed. La Nuova Italia, Firenze, 1971
  • Ezio Maria Caserta Il libro delle bestie ed. Cenobio, Lugano, 1972
  • Ezio Maria Caserta Edoardo II. I vizi del potere ed. Anteditore, Verona, 1973
  • Ezio Maria Caserta Frate Hieronimo Savonarola da Ferrara ed. Anteditore, Verona, 1973
  • Ezio Maria Caserta I Gracchi, turbatores plebis ed. Anteditore, Verona, 1973
  • Ezio Maria Caserta La Balilla (documenti dal carcere femminile) ed. Anteditore, Verona, 1974
  • Ezio Maria Caserta L’Ingranaggio ovvero A ciascuno il suo turno ed. Anteditore, Verona, 1975
  • Ezio Maria Caserta Frate Hieronimo Savonarola da Ferrara in “Sipario”, anno XXXIII n. 387/388, 1978
  • Ezio Maria Caserta Il Matto clown ed. Centrospecchio, Bari, 1982
  • Piergiulia Nava Invenzione e stravolgimento scenico nel teatro di Ezio Maria Caserta ed. Il Segno, Negrar VR, 1983
  • Ezio Maria Caserta Enrico, il piccolo clown in “La favola del lago” Garzanti/Vallardi, 1985
  • E. M. Caserta e Jana Balkan Artigianato d’arte nella Commedia all’improvviso ed. EBS, Verona, 1987
  • Ezio Maria Caserta Sofonisba ed. Centro Studi sul Teatro Medioevale e Rinascimentale, Roma, 1990
  • Ezio Maria Caserta Antropologia della maschera catalogo della mostra al Museo Storico di Cracovia ed. Grafiche Aurora, Verona, 1990
  • Ezio Maria Caserta Il Presidente Schreber ed. Bertani, Verona, 1993
  • Ezio Maria Caserta Iudit ed. Centro Studi sul Teatro Medioevale e Rinascimentale Roma, 1994
  • Luca Caserta Erme riflessioni (silloge d’epigrammi), ed. R.P., Verona, 1994
  • Ezio Maria Caserta Apostrofe. Oratorio profano ed Piovan, Abano, PD, 1995
  • Ezio Maria Caserta Le Confessioni di Sant’Agostino ed. Quaderni del Teatro Laboratorio, Verona, 1995
  • Ezio Maria Caserta La pazzia di Isabella ed. Centro Studi sul Teatro Medioevale e Rinascimentale, Roma, 1995
  • Ezio Maria Caserta L’Esca (Chi difende il testimone?) ed. Quaderni del Teatro Laboratorio, Verona, 1996
  • Ezio Maria Caserta Il silenzio di Dio in “Ridotto”, anno XLV, gennaio/febbraio, 1996
  • Ezio Maria Caserta La stagione della ricerca nel Veneto (dal Teatro Laboratorio al Teatro Scientifico) ed. Quaderni del Teatro Laboratorio, 1996
  • Maricla Boggio Una serata per ricordare Ezio Maria Caserta in “Ridotto” n.11/12, novembre/dicembre 1998
  • Luca Caserta Donne nella storia in “Ridotto” n. 1-6 gennaio/giugno, 2006
  • Luca Caserta Don Giovanni, Arlecchino e il Convitato di Pietra ed. Centro Studi sul Teatro Medioevale e Rinascimentale, Roma, 2008
  • Luca Caserta L’appuntamento in “Ridotto”, n. 9-10, Roma, settembre-ottobre 2009
  • Luca Caserta – Simone Butturini La fabbrica della tela, ed. Nuove Officine Cinematografiche, Verona, 2014
  • Andrea Porcheddu I due gentiluomini. Un laboratorio a Verona ed. Titivillus, 2016


Tesi di laurea

  • 1981 – Invenzione e stravolgimento scenico nel teatro di Ezio Maria Caserta Università di Brescia, relatore Prof. Emo Marconi
  • 1998 – Il Teatro Laboratorio. Un centro polivalente nel cuore di Verona Università di Venezia, relatore Prof. Gaddo Morpurgo
  • 2008 – Un’ esperienza di Teatro/Laboratorio nella Verona degli anni ’70 Università Statale di Milano, relatrice Prof.ssa Valentina Garavaglia
  • 2014 – Il Teatro Scientifico di Verona: una famiglia d’arte fra rinnovamento generazionale e sperimentazione di forme nuove Università di Bologna, relatrice Prof.ssa Cristina Valenti.


Riconoscimenti a Ezio Maria Caserta

  • Premio Bruno Roghi, Sanguinetto 1963
  • Premio Ruggero Ruggeri, Fano 1970
  • Premio Ruggero Ruggeri, Fano 1971
  • Premio Alessandria, Alessandria 1973
  • Premio I.D.I. Saint Vincent 1981
  • Premio l’Inedito, Bari 1982
  • Premio Gli Ipocriti, Napoli 1987
  • Premio Antonelli, Teramo 1988
  • Premio nazionale Capua Teatro, Capua 1991
  • Premio Città Cologna Veneta – Premio alla memoria 1997
  • Premio Athanòr – Premio alla memoria per il Teatro, Roma 2006
  • Nel 2013 il Comune di Verona gli ha intitolato i Giardini Ezio Maria Caserta
  • È sepolto nel Pantheon Ingenio claris del Cimitero Monumentale di Verona


PRODUZIONI DEL TEATRO SCIENTIFICO – TEATRO LABORATORIO
L’anno e il luogo si riferiscono alla prima rappresentazione

  • La fiaccola testo e regia di Ezio Maria Caserta, Campiano VR, 1960
  • Eccidio a Dilinata testo e regia di Ezio Maria Caserta, Legnago VR, Sala Fioroni, 1966
  • Atto unico N° 1 B di Ezio Maria Caserta, regia di Maurizio Corradini, Verona, Auditorium Montemezzi,1966
  • Utinam testo e regia di Ezio Maria Caserta, Verona, 1967
  • E allora scese oscura la notte di Ezio Maria Caserta, regia di G. Bolla, Legnago VR, 1967
  • Al buio si muore testo e regia di Ezio Maria Caserta, Verona, Grotta delle Torricelle, 1967
  • Gli allucinogeni di Ezio Maria Caserta, regia di Lorenzo Rizzato, Padova, Teatro Popolare di Ricerca, 1967
  • Il serraglio o libro delle bestie di Ezio Maria Caserta, regia di Lorenzo Rizzato, Verona, Circolo di Castelvecchio, 1968
  • La fame raggirata dall’immaginazione testo e regia di Ezio Maria Caserta, Montagnana PD, Castello, 1968
  • Entre chien et loup testo e regia di Ezio Maria Caserta, Verona, Castelvecchio, 1969
  • Composizione e/o non di Ezio Maria Caserta, regia di Lorenzo Rizzato, Roma, Teatro La Fede, riproposto con la regia dell’autore a Verona, Teatro Laboratorio, 1969
  • Il Principe di Ezio Maria Caserta, regia di Bolognesi, Fano, Corte Malatestiana, 1970; poi riproposto con la regia dell’autore
  • Mein Kampf la Coscienza dell’Occidente di Ezio Maria Caserta, messinscena a cura degli allievi diplomati alla Scuola Piccolo Teatro di Milano, Fano, Corte Malatestiana, 1971
  • Addio bei giorni felici di Ezio Maria Caserta, regia dei Rabdomanti, Milano, Auditorium Pirelli, 1970
  • I diritti dell’anima di Giuseppe Giacosa, regia di Ezio Maria Caserta, Montagnana PD, Castello, 1970
  • Il soldato di Angelo Leonico, regia di Ezio Maria Caserta, Montagnana PD, Castello, 1971
  • Lumie di Sicilia di Luigi Pirandello, regia di Ezio Maria Caserta per la Compagnia dell’Arte, 1971
  • Il berretto a sonagli di L. Pirandello, regia di Ezio Maria Caserta per la Compagnia dell’Arte, Montagnana PD, 1971
  • Candida di G. B. Shaw, regia di Ezio Maria Caserta per la Compagnia dell’Arte, Montagnana PD, 1972
  • Edoardo II-I vizi del Potere testo e regia di Ezio Maria Caserta, Verona, Teatro Romano, 1972
  • Frate Hieronimo Savonarola da Ferrara testo e regia di Ezio Maria Caserta, Verona, Cortile di Mercato Vecchio, 1973
  • Morte accidentale di un anarchico di Dario Fo, regia di Ezio Maria Caserta, Verona, Teatro Laboratorio, 1973
  • Bellavita e La patente di Luigi Pirandello, regia di Ezio Maria Caserta, Verona, Teatro/Laboratorio, 1973
  • Bertolt Brecht perché non si dica che questa è la storia di una vita qualsiasi testo e regia di Ezio Maria Caserta, Brescia, Teatro della Loggetta, 1973
  • La balilla, documenti dal carcere femminile testo e regia di Ezio Maria Caserta, Verona, Teatro/Laboratorio, 1974
  • I Gracchi, turbatores plebis testo e regia di Ezio Maria Caserta, Verona, Teatro Laboratorio,1974
  • Storia della Regina Rossana e di Rossana sua figlia testo e regia di Ezio Maria Caserta, Biennale di Venezia, Magazzini della Giudecca, 1974
  • L’eccezione e la regola di Bertolt Brecht, regia di Ezio Maria Caserta, Verona, Teatro/Laboratorio, 1975
  • L’ingranaggio da Jean Paul Sartre, adattamento e regia di Ezio Maria Caserta, Verona, Teatro Romano, 1975
  • Brikkatirakamékamé testo e regia di Ezio Maria Caserta, Verona, Teatro Laboratorio, 1976
  • I negri di Jean Genet, regia di Ezio Maria Caserta, Verona, Teatro Laboratorio, 1976
  • La moscheta di Ruzante, regia di Ezio Maria Caserta, Bardolino VR, Teatro Centrale, 1976
  • Finale di partita di Samuel Beckett, regia di Ezio Maria Caserta, Verona, Teatro Laboratorio, 1977
  • I Persiani di Eschilo, regia di Ezio Maria Caserta, Verona, Teatro Laboratorio, 1977
  • La Commedia dell’Arte (Le commedie in commedia ovvero la trasformazione dello Zanni in Arlecchino) da canovacci originali, adattamento e regia di Ezio Maria Caserta, Verona, Teatro/Laboratorio, 1978
  • El parlamento de Ruzante che jera vegnù de campo di Ruzante, regia di Ezio Maria Caserta, Verona, Teatro Laboratorio, 1978
  • Diorama testo e regia di Ezio Maria Caserta, Colonia (Germania) 1979
  • D = donna testo e regia di Ezio Maria Caserta, Roma, Teatro Politecnico, 1979
  • Come mi gira, mi gira, la ruota… sintesi futuriste, regia di Ezio Maria Caserta, Venezia, Teatro del Mondo, 1980
  • Il matto clown testo e regia di Ezio Maria Caserta, Verona, Teatro Laboratorio, 1980
  • Storia di droga testo e regia di Ezio Maria Caserta, Verona, Teatro Laboratorio, 1981
  • Bilora di Ruzante, regia di Ezio Maria Caserta, Verona, Teatro Laboratorio, 1983
  • I Rusteghi di Carlo Goldoni, regia di Ezio Maria Caserta, Verona, Teatro Romano, 1983
  • La morsa e Sogno, ma forse no? di Luigi Pirandello, regia di Ezio Maria Caserta, Agrigento, Villa del Caos, 1983
  • La dispensa delle marmellate testo e regia di Ezio Maria Caserta, Verona, Teatro Laboratorio, 1984
  • La derniere band et act sans parole di Samuel Beckett, regia di Ezio Maria Caserta, Nimes (Francia), 1984
  • Le baruffe chiozzotte di Carlo Goldoni, regia di Ezio Maria Caserta, Verona, Teatro Nuovo, 1984
  • La voix humaine di Jean Cocteau, regia di Ezio Maria Caserta, Verona, Teatro Laboratorio, 1985
  • Il teatro del silenzio, testo e regia di Ezio Maria Caserta, Brno (Cecoslovacchia), 1985
  • Les larmes amerès de Petra von Kant di Rainer Werner Fassbinder, regia di Ezio Maria Caserta, Parigi, Teatro Lucernaire, 1986
  • L’uomo dal fiore in bocca (La morte addosso) e L’altro figlio di Luigi Pirandello, regia di Ezio Maria Caserta, Verona, Teatro Laboratorio, 1986
  • La vera storia di Giulietta e Romeo da William Shakespeare, regia di Ezio Maria Caserta, Verona, Teatro Romano, 1986
  • Il Carnevale del Vescoviello, testo e regia di Ezio Maria Caserta, Venezia, Piazza S. Marco, 1987
  • Diorama” testo e regia di Ezio Maria Caserta, Verona, Teatro Romano, 1988
  • Apostrofe, testo e regia di Ezio Maria Caserta, Roma, Teatro dell’Orologio, 1989
  • Kabarett di Roberto Mazzucco, regia di Ezio Maria Caserta, Verona, Teatro Laboratorio, 1989
  • Il Prometeo incatenato di Eschilo, regia di Ezio Maria Caserta, Verona, Teatro Laboratorio, 1990
  • Clitennestra di Marguerite Yourcenar, regia di Ezio Maria Caserta, Verona, Teatro Laboratorio, 1990
  • Il Presidente Schreber, testo e regia di Ezio Maria Caserta, Roma, Teatro dei Satiri, 1990
  • Sofonisba di Gian Giorgio Trissino, regia di Ezio Maria Caserta, Vicenza, Teatro Olimpico, 1990
  • Anna Christie di Eugene O’Neill, regia di Ezio Maria Caserta, Verona, Teatro Laboratorio, 1991
  • Sogni pirandelliani, testo e regia di Ezio Maria Caserta, Verona, Teatro Laboratorio, 1991
  • Trappola per una rondine di Giuseppe Contarino, regia di E. M. Caserta, Catania, Teatro Metropolitan, 1992
  • El parlamento de Ruzante di A. Beolco, regia di Ezio Maria Caserta, Montevideo (Uruguay) 1992
  • La gastalda di Carlo Goldoni, regia di Ezio Maria Caserta, Verona, Teatro Laboratorio, 1993
  • La tragedia spagnola di Dacia Maraini ed Enzo Siciliano, regia di Ezio Maria Caserta, Roma, Teatro Tordinona, 1993
  • Ridarti la vita di Maria Sandias, regia di Ezio Maria Caserta, Verona, Teatro Laboratorio 1993
  • Tommaso Moro di William Shakespeare, regia di Ezio Maria Caserta, Estate Teatrale Veronese, Verona, Chiostro di San Zeno, 1993
  • Io, nell’inferno della Bosnia, testo e regia di Ezio Maria Caserta, Verona, Grotta delle Boccare, 1994
  • Il martirio di San Sebastiano di Gabriele D’Annunzio, regia di Ezio Maria Caserta, Gardone Riviera, Teatro del Vittoriale, 1994
  • Judith di Federico Della Valle, regia di Ezio Maria Caserta, Roma, Teatro Ghione, 1994
  • El silencio de Dios testo e regia di Ezio Maria Caserta, Città del Messico, 1994
  • La pazzia d’Isabella dal canovaccio di Flaminio Scala, regia di Ezio Maria Caserta, Roma, Università La Sapienza, 1995
  • Le confessioni di Sant’Agostino, testo e regia di Ezio Maria Caserta, Anagni, Piazza Innocenzo XIV, 1995
  • L’esca (Chi difende il testimone?), testo e regia di Ezio Maria Caserta, Verona, Teatro Laboratorio, 1996
  • La Pinta di Teofilo Folengo, regia di Ezio Maria Caserta, Campobello di Mazara del Vallo-Trapani, 1995
  • La vittima di Mario Fratti, regia di Ezio Maria Caserta, Verona, Teatro Laboratorio, 1996
  • Pianeta Cechov, testo e regia di Ezio Maria Caserta, Verona, Teatro Laboratorio, 1997
  • La conversione di Maria Maddalena e la resurrezione di Lazzaro di Castellano de’ Castellani, regia di Ezio Maria Caserta, Anagni, Piazza Innocenzo III, 1997
  • Potere alla passione: il tango di Mrozek, progetto registico di Ezio Maria Caserta, allestimento di Jana Balkan, Verona, Teatro Laboratorio, 1997
  • L’albero della libertà di Ezio Maria Caserta, progetto registico di Ezio Maria Caserta, allestimento di Jana Balkan, Dossobuono VR, Villa Antonietti, 1997
  • La peste di Milano del 1630 di Fra’ B. Cinquanta, regia di Tonino Pulci, Festival di Anagni,1998
  • Serata Feydeau testo e regia di Roberto Vandelli, Verona, Teatro Laboratorio, 1999
  • Il volto velato di Maricla Boggio, regia di W. Manfré, Verona, Teatro Laboratorio, 1999
  • Un delitto perfetto da A. Hitchcock, adattamento e regia di Roberto Vandelli, 2000
  • Addio amore (Beatrice Cenci) di Franco Cuomo, regia di Walter Manfrè, Verona, Museo di Castelvecchio, 2000
  • Torno subito di Roberto Vandelli, Verona, Chiostro di S. Giorgio in Braida, 2001
  • Sogni pirandelliani regia di E. M. Caserta, messinscena di Jana Balkan, Verona, Chiostro di S. Giorgio, 2001
  • Altre Storie: Commedia dell’Arte, regia di Ezio Maria Caserta, messinscena di Isabella Caserta, nuovo allestimento, Wiesbaden – Germania, 2001
  • Nasce una stella testo e regia di Roberto Vandelli, Verona, Chiostro di S. Giorgio in Braida, 2002
  • Ruzante in campo, regia di Jana Balkan, Verona, Chiostro di S. Giorgio in Braida, 2002
  • Altre Giuliette di autori vari che hanno trattato di Giulietta e Romeo prima e dopo Shakespeare Terrazza Teatro Nuovo, 2002
  • Albe tre di Paolo Puppa, regia di Walter Manfrè, Verona, Chiostro S. Giorgio in Braida, 2003
  • Altre storie: juke-box poetico-musicale ideazione Jana Balkan, Verona, Chiostro S. Giorgio, 2003
  • Terra di Nessuno ideazione Jana Balkan, Verona, Teatro Laboratorio, 2003
  • Amiche testo e regia di Luca Caserta, Verona, Chiostro S. Giorgio in Braida, 2004
  • Addio amore (Beatrice Cenci) di Franco Cuomo, regia di Walter Manfrè, nuovo allestimento per l’Estate Teatrale Veronese, Verona, Chiostro del Conservatorio dall’Abaco, 2004
  • Donne nella storia testo e regia di Luca Caserta, Estate Teatrale Veronese, Chiostro Dall’Abaco, 2005
  • E’ questo il paese civile? testo e regia di Luca Caserta, Verona, Teatro Laboratorio Aperto, 2005
  • Merope di Scipione Maffei, regia di Luca Caserta, Verona, Sala Maffeiana, 2005
  • L’ultima stazione testo e regia di Luca Caserta, 2006
  • Giù in fondo a sinistra di S. Azzoni, regia di Luca Caserta, Verona, Teatro Filippini, 2006
  • L’incredibile viaggio della principessa Rolanda testo e regia di Luca Caserta, Mondadori Junior Festival, 2006
  • La bisbetica non domata liberamente ispirata a Shakespeare, testo e regia di Luca Caserta, Estate Teatrale Veronese, Chiostro Dall’Abaco, 2006
  • In vino veritas regia di Luca Caserta, Galleria Noneart, Bardolino, 2007
  • Diotima e la suonatrice di flauto testo e regia di I. Travi, Verona Arcovolo dell’Arena, 2007
  • La nonna racconta: c’era una volta testo e regia di Jana Balkan, Il giardino del teatro, Verona, 2007
  • Una vedova poco scaltra di Paolo Puppa, regia di Luca Caserta, Estate Teatrale Veronese, Cortile Mercato Vecchio, 2007
  • La Passione: humanae via crucis di Maricla Boggio, regia di Jana Balkan, Duomo di Ivrea, 2008
  • Andata/Ritorno/Andata progetto di Jana Balkan, stesura drammaturgica di Marco Ongaro, regia di Walter Manfrè, Verona, Teatro/Laboratorio, 2008
  • I pitochi testo e regia di Jana Balkan, Castello di Montorio, 2008
  • Otello – Altre verità testo e regia di Luca Caserta, Estate Teatrale Veronese, 2008
  • Don Giovanni, Arlecchino e il Convitato di pietra canovaccio di Domenico Biancolelli, scrittura drammaturgica e regia di Luca Caserta, Teatro San Genesio, Roma 2008, Estate Teatrale Veronese, 2009
  • L’appuntamento testo e regia di Luca Caserta, Verona Teatro/Laboratorio, 2009
  • Storie de ‘na olta testo e regia Jana Balkan, Teatro Laboratorio Aperto, 2009
  • Margherita d’Antiochia di D. Quaretta, regia Jana Balkan, Teatro San Genesio, Roma, 2009
  • Il suonatore meraviglioso dalla fiaba di Ezio Maria Caserta, regia Roberto Vandelli e Andrea de Manincor, Verona, Teatro Laboratorio Aperto, 2010
  • La vedova scaltra di C. Goldoni, regia Jana Balkan e Isabella Caserta, Estate Teatrale Veronese, 2010
  • Le marmellate mimo/clownerie di Isabella Caserta, Teatro Laboratorio Aperto, 2011
  • La tempesta. Pre-Testi canovacci della Commedia dell’Arte e Shakespeare, regia di Yana Balkan e Isabella Caserta, Estate Teatrale Veronese, Corte Mercato Vecchio, 2011
  • Gioco a sorpresa testo e regia Jana Balkan, Teatro Laboratorio, 2012
  • Sogno di un uomo ridicolo di Dostoevskij, regia Francesco Laruffa, Teatro Laboratorio, 2012
  • Orgia di Pier Paolo Pasolini, regia Isabella Caserta e Francesco Laruffa, Estate Teatrale Veronese, 2012
  • Commedia dell’arte 2013 da canovacci originali del ‘500/‘600 regia di Jana Balkan e Isabella Caserta, Teatro Scientifico – Estate Teatrale Veronese, 2013
  • Edema-Medea di Stefano Betti e Flavio De Bernardinis, regia di Isabella Caserta e Francesco Laruffa, Teatro Laboratorio, 2013
  • Yesterday – L’ultimo gioco di Jana Balkan, Teatro Laboratorio, 2014
  • Che ne dici di venirmi a salvare? Corto teatrale su testi di Guido Catalano, regia di Isabella Caserta e Francesco Laruffa (Progetto “Corti in corso: la coppia” ideato da Isabella Caserta – che ha coinvolto Babilonia Teatri, Stefano Cenci – Progetto Brockenhaus, Fratelli Dalla Via) Estate Teatrale Veronese, Teatro Camploy, 2014
  • La bambola e La putana di Vittorino Andreoli, regia Isabella Caserta e Francesco Laruffa, Teatro Laboratorio, 2014
  • Mais ce n’est pas encore la nuit di Isabella Caserta e Cathy Marchand/Living Theatre, Estate Teatrale Veronese, Teatro Laboratorio, 2015
  • Cosa desiderate che mi avete fatta chiamare? Donne shakespeariane, regia Jana Balkan e Isabella Caserta, Estate Teatrale Veronese, Corte Mercato Vecchio, 2016
  • Cuor di favola da Esopo e Fedro, progetto e regia di Isabella Caserta, Teatro Laboratorio, 2017
  • Cassandra site specific, progetto di Isabella Caserta, diretto da Elisabetta Pozzi (con il contributo di Massimo Fini), Estate Teatrale Veronese, Corte Mercato Vecchio, 2017
  • Mezzanotte per amar di Isabella Caserta, regia di Isabella Caserta e Francesco Laruffa, Teatro Laboratorio, 2018
  • Oggi è Otello da Shakespeare, drammaturgia Jana Balkan, regia di Isabella Caserta e Francesco Laruffa, Estate Teatrale Veronese, 2018
  • Venute da lontano, drammaturgia e regia Isabella Caserta, Teatro Laboratorio, 2019
  • Il Serpente dal romanzo di Luigi Malerba, regia di Isabella Caserta e Francesco Laruffa, Teatro Camploy, Verona, 2019