Skip navigation

MEZZANOTTE PER AMAR
uno spettacolo di  Isabella Caserta e Francesco Laruffa
diretto e interpretato da Isabella Caserta e Francesco Laruffa

diretto e interpretato da Isabella Caserta e Francesco Laruffa

costumi di Mariana Berdeaga – scene Laboratorio Teatrale
direzione tecnica Luca Cominacini
produzione Teatro Scientifico – Teatro Laboratorio
Percorso semiserio sull’amore visto attraverso gli occhi di poeti e
scrittori che l’hanno cantato passeggiando tra passato e presente
scanzonatamente qui e là tra poesia, teatro e letteratura

E che lieto fine sia!

Durata: 1 ora

Estratto Stampa
“Una scacchiera di sentimenti in cui i giocatori sono gli attori Isabella Caserta, leader del Teatro Laboratorio e Francesco Laruffa, attore romano spesso di casa a Verona con ruoli incisivi, in palcoscenico con la Caserta in questa produzione diretta da entrambi. Il tema del gioco di squadra è condividere allo stesso tempo i moti più o meno perpetui del cuore, senza però fare il verso alle frasi delle cartine che si trovano dentro i cioccolatini…” (M. P. L’Arena 3/02/2018)

“In scena un bel progetto sui sentimenti: l’amore visto attraverso gli occhi di poeti e scrittori…” (Corriere della Sera 3/02/2018)

“… al Teatro Laboratorio di Verona torna, nell’ambito delle manifestazioni di Verona in Love, Mezzanotte per amar diretto e interpretato da Isabella Caserta e Francesco Laruffa, l’ultima produzione del Teatro Scientifico – Teatro Laboratorio che ha debuttato ai primi di febbraio. Un percorso semiserio sull’amore visto attraverso gli occhi di poeti e scrittori che l’hanno cantato, passeggiando tra passato e presente scanzonatamente qui e là tra poesia, letteratura e teatro con ironiche incursioni musicali… Uno spettacolo che pur non rinunciando a citazioni colte corre sul filo della fantasia, del capriccio, dell’ironia e dello scherzo regalando allo spettatore una piacevole sensazione di “leggerezza” (C.I. VeronaIn 13 febbraio 2018)
“Recitato dall’affiatata coppia Isabella Caserta e Francesco Laruffa, che ha divertito il numeroso pubblico. Colpisce l’ironia di questa cavalcata nei secoli a suon di battute e di musica… un’antologia vissuta dagli interpreti in una pantomima di immedesimazione emotiva…” (M. Pezzani L’Arena 6 febbraio 2018)
“Lo spettacolo fa parte del progetto #amorlietomalatonegato che si svilupperà in più fasi e che indagherà vari aspetti e vari linguaggi dell’amore. Isabella Caserta e Francesco Laruffa collaborano da diversi anni e insieme hanno portato in scena numerosi spettacoli da Orgia di Pasolini a La bambola di Vittorino Andreoli, Corti in corso, edema/Medea, Yesterday.” (R. R. Verona Sera 8 ottobre 2018)

“…Reduce dal successo raccolto ai Festival di Cagliari e Torino “Mezzanotte per amar” diretto e interpretato da Isabella Caserta e Francesco Laruffa. Un percorso semiserio sull’amore visto attraverso gli occhi di poeti e scrittori che l’hanno cantato, passeggiando tra passato e presente scanzonatamente qui e là tra poesia, letteratura e teatro con ironiche incursioni musicali. E che lieto fine sia! “Contro la realtà delle astrazioni, delle statistiche, dei numeri, delle formule, della funzionalità, dei ruoli, l’amore esprime la realtà degli individui che rifiutano di lasciarsi asservire totalmente dal regime della razionalità che più si espande e diventa totalizzante, più rende attraente nell’amore l’irrazionalità che lo governa”. (Red. Verona Sera 8 ottobre 2018)

“Il percorso si snoda, tappa dopo tappa, interpreti gli stessi Isabella e Francesco, scandito da monologhi, brani letterari, epistolari, dialoghi teatrali di poeti, drammaturghi, scrittori. Da Catullo, che all’amata chiede mille e ancora mille baci; a Sibilla Aleramo, che intreccia missive amorose con Dino Campana, passando per Shakespeare e i battaglieri Caterina e Petruccio, e la Commedia dell’Arte, con la brillante “tirata” di una servetta recuperata da un “canovaccio”. Fino alla contemporaneità con deliziosi dialoghi e monologhi caustici, sarcastici, fulminanti. Evocano amori appassionati, romantici, istintualmente carnali; capricciosi, salottieri, annoiati, vacui, inesistenti. Attraversando epoche e società, che i simpatici e affiatati attori connotano spazio-temporalmente grazie a un semplice ma efficace espediente: cambiando continuamente di costume, in una girandola di abiti, cappelli, cappellini e accessori vari. Coloratissimi e appesi su lunghe rastrelliere, assumono una valenza scenografica, mentre fungono, ad un tempo, da ideali paraventi dietro ai quali cambiarsi e consentendo a regia e recitazione di mantenere un ritmo brillante. Fondamentale su tutto resta, però, la performance attorale, condita con naturalezza di ironia, autoironia e sottile humour; con l’aggiunta, pure, di qualche passo di tango e di un momento canoro. Felicemente riuscendo ad armonizzare temperamenti e fisicità diverse in una perfetta amalgama di armonia ed equilibrio. Applausi convinti da parte del pubblico, molto divertito. (Franca Barbuggiani Traiettorie ottobre 2018)

“Sentimenti e ironia in scena. Si svestono, rivestono e così via gli attori Isabella Caserta e Francesco Laruffa nella commedia da loro interpretata e diretta Mezzanotte per amar che torna al Teatro Laboratorio dopo una fortunata tournée… Anche il Festival di Cagliari ha applaudito nei giorni scorsi questo divertente lavoro che parla di sentimenti in modo semiserio e lo racconta attraverso gli occhi di poeti e scrittori che l’hanno cantato… con un attento seppur disincantato punto di vista” (Michela Pezzani L’Arena 12 ottobre 2018)

 

E che lieto fine sia!

 

 

Torna a Spettacoli in Cartellone                                  Rassegna stampa